L’esperto risponde: cosa posso mangiare se soffro di allergia al nickel?

L’esperto risponde: cosa posso mangiare se soffro di allergia al nickel?

Il nickel costituisce la causa più frequente di allergia ai metalli, responsabile della comparsa di una tipica dermatite da contatto e, in alcuni casi, di manifestazioni a carico dell’apparto gastrointestinale e respiratorio.

Mate: l’orgoglio del Sudamerica

Mate: l’orgoglio del Sudamerica

Ogni popolo ha la sua bevanda nazionale, simbolo e vanto della propria cultura gastronomica e della propria identità sociale: se noi italiani siamo irriducibili estimatori di caffè, gli inglesi non possono certamente rinunciare alla tazza di tè; non provate a togliere la sangria agli spagnoli o la birra Guinness agli irlandesi.

Cibi che … peggiorano l’odore del sudore

Cibi che … peggiorano l’odore del sudore

Vi siete mai chiesti come mai sudiamo? Spesso il nostro corpo ama metterci in imbarazzo nelle situazioni peggiori. Sudiamo non solo quando facciamo attività fisica, ma anche quando abbiamo caldo e siamo seduti su di una sedia …. magari durante un incontro di lavoro!

L’esperto risponde: esiste una dipendenza da cibo?

L’esperto risponde: esiste una dipendenza da cibo?

Che le patatine e gli hamburger siano deleteri per la linea e per la salute di organi come cuore e vasi si sa, ma che il cibo spazzatura (o all’inglese junk food) sia correlato anche ad una compromissione del benessere psicologico, beh, forse per alcuni è una novità.

Zucchero d’uva: quando “naturale” non è sempre sinonimo di “più salutare”!

Zucchero d’uva: quando “naturale” non è sempre sinonimo di “più salutare”!

Complice l’agguerrita campagna demolitiva nei confronti dello zucchero, sempre più frequentemente è possibile assistere ad un peculiare comportamento che potremmo definire, con un calzante neologismo, un vero e proprio movimento di filosofia alimentare del “senzismo”: “senza zucchero” e “senza zuccheri aggiunti” sono i cavalli di battaglia di questa corrente di pensiero e, più in generale, il senzismo va alla ricerca di prodotti in cui è stato rimosso qualche componente, facendo del “light” e del dietetico il suo manifesto.