gennaio 2016 Posts

Caffeina e Teina, che differenza c’è?

Caffeina e Teina, che differenza c’è?

Caffè e vantano un grande numero di cultori nel mondo: mentre gli italiani sono irriducibili estimatori dell’espresso, la tazza pomeridiana di tè non può mancare nelle case inglesi. Entrambe sono bevande capaci di esercitare una funzione stimolante sul sistema nervoso, più o meno evidente: infatti, tutte e due le infusioni sono caratterizzate dalla presenza di una xantina che determina specifici effetti sul nostro organismo, riducendo ad esempio la sonnolenza e migliorando le facoltà di concentrazione.

Cibi che … aiutano a combattere l’acne

Cibi che … aiutano a combattere l’acne

L’acne è una delle problematiche a carico della pelle, più diffuse tra i giovani. Generalmente compare con la pubertà e sparisce con la crescita. Ma non solo soltanto i giovani a soffrirne. Di certo lo stress, una vita sregolata, una cattiva cura della pelle possono aumentare il rischio della comparsa dei fastidiosi brufoli.

Colazione salata: sai cosa mangi?

Colazione salata: sai cosa mangi?

Oggi parliamo nuovamente di colazione. La colazione perfetta dovrebbe darci l’energia e i nutrienti necessari per “sopportare” gli impegni mattutini e sorreggerci fino alla pausa pranzo. Gli esperti consigliano di assumere una quantità di calorie compresa tra le 300 e le 350 kcal e di preferire i carboidrati complessi.

Nutrire … il sistema immunitario!

Nutrire … il sistema immunitario!

Trascorrere l’inverno senza cadere in uno dei classici malanni di stagione è un’impresa davvero ardua. Tuttavia, una dieta sana può rafforzare il sistema immunitario e mettere il nostro corpo nelle condizioni migliori per combattere il raffreddore e l’influenza, come iniziano a testimoniare anche alcune ricerche scientifiche.

L’esperto risponde: intolleranza al lattosio, devo escludere tutti i latticini?

L’esperto risponde: intolleranza al lattosio, devo escludere tutti i latticini?

L’intolleranza al lattosio è molto frequente nella popolazione adulta, anche se presenta una grande variabilità di distribuzione a livello mondiale: in Italia circa il 70% dei soggetti ne soffre. Tale condizione, associata a disturbi quali dolore addominale, diarrea, gonfiore e meteorismo, deriva dall’incapacità di digerire lo zucchero del latte.