Carta di riso: uno scrigno leggero per ricette sfiziose

Carta di riso: uno scrigno leggero per ricette sfiziose

Ma che buoni sono gli involtini! Come le polpette, uno tira l’altro. Ripieni di carne, verdure, formaggio filante, cotti in padella, fritti, al forno e chi più ne ha più ne metta, sono sempre una stuzzicante delizia.

Un ingrediente tipico della cucina orientale, tailandese per la precisione, si rivela perfetto per preparare degli involtini veloci, gustosi e soprattutto leggeri: la carta di riso.

 

Cos’è la carta di riso?

 

Come si può intuire dal nome, si tratta di sfoglie essiccate sottilissime e trasparenti, dall’aspetto che ricorda la carta, costituite da una pasta a base di acqua e farina di riso. Si trovano nei supermercati ben forniti, ma più facilmente nei negozi di alimenti etnici.

 

Carta di risoLa carta di riso viene molto utilizzata nella preparazione di ricette di origine orientale

 

Una volta immerse per pochi secondi in acqua fredda riprendono plasticità e si trasformano in perfetti dischi di sfoglia per la preparazione di involtini, da consumare sia cotti che crudi. Una sorta di versione light degli involtini primavera del vostro ristorante cinese preferito, solo forse un po’ più buoni, anzi sicuramente.

Sono perfetti anche per serate informali tra amici: basta imbandire la tavola con verdure crude e cotte, salse come hummus di ceci e guacamole, ed ognuno è libero di creare a piacere il proprio involtino. Volendo si possono anche cuocere al forno o in padella, ma crudi, come nella ricetta che vi proponiamo, sono buonissimi.

Ripieni di salmone, sgombro, rucola, carote e formaggio cremoso sono ideali anche per i pranzi fuori casa, in ufficio o in università, in quanto se farciti con gli ingredienti giusti costituiscono un pasto completo. Si possono preparare la sera prima (richiedono davvero pochissimo tempo per l’allestimento) e si mangiano con le mani. Meglio di così!

 

La ricetta di oggi

 

Involtini di carta di risoLa ricetta che vi proponiamo oggi prevede l’uso della carta di riso per la preparazione di gustosi invontini

 

Ingredienti per 4 involtini, due al salmone e due al radicchio, sgombro e cren.

4 sfoglie di riso
4 fette di salmone affumicato
2 filetti di sgombro in scatola
8 cucchiaini di formaggio cremoso
2 cucchiaini di cren
1 carota grande tagliata a julienne
Rucola q.b.
2 foglie grandi di radicchio rosa

Immergete una sfoglia di riso per volta in acqua fredda per 30 secondi. Dopo di che sistematela su un piatto e farcitela con 2 fette di salmone, due cucchiaini di formaggio cremoso, un po’ di julienne di carote e qualche foglia di rucola. Arrotolatela stringendo bene in modo da ottenere un involtino compatto. Procedete così fino ad esaurimento degli ingredienti.

Preparate altri involtini sistemando nella sfoglia ammorbidita una foglia di radicchio rosa, 1 filetto di sgombro, due cucchiaini di formaggio cremoso, 1 cucchiaino di cren, la julienne di carota e le foglie di rucola. Di nuovo arrotolate, stringete bene e i vostri involtini sono pronti.

 

Non ci resta che augurarvi Buon Appetito!

 

 

Photo Credits: Wildtussah , Labellacuciniera

Share on Facebook3Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Camilla Rostin

Camilla Rostin

Sono Camilla Rostin, studentessa presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Da Padova, dove sono nata, la mio amore per il cibo mi ha portata a Bra in Piemonte dove vivo per continuare i miei studi. Studio e scrivo di cibo da due anni e il blog labellacucineira.com mi permette di trasmettere a più persone possibili il mio entusiasmo verso ogni sfaccettatura dell’universo culinario, con l’obbiettivo nel mio piccolo di farle appassionare un po’ di più a questo incredibile mondo del cibo. In cucina mi diverto molto a scegliere e mescolare ingredienti, a sperimentare nuovi sapori e abbinamenti e a ricordare quelli della cucina di casa e del territorio a cui sono legata, sempre convinta che una cucina consapevole sia senza dubbio una cucina più buona.