Cucina Posts

Paprika: una spezia tutta da scoprire!

Paprika: una spezia tutta da scoprire!

Aromatica e amarognola, piacevolmente dolce o piccante: la paprika, nelle sue poliedriche forme, contribuisce a donare un tocco di colore, gusto e, perché no, anche di salute ai nostri piatti, motivo per cui dovremmo accoglierla a braccia aperte e senza esitazione nelle nostre cucine.

Non la solita merenda, non la solita Banana

Non la solita merenda, non la solita Banana

Aprite le vostre menti e date sfogo alla fantasia, se usualmente è la mela il frutto principe della pasticceria di ogni regione e nazione, preparatevi a fare spazio ad un valido concorrente con una marcia più. Di cosa parliamo? Della banana. La novità ovviamente non sta nel frutto, dal momento che tutti lo conosciamo, bensì nei mille modi in cui lo si può usare per creare innumerevoli golosità, per lo più sane e leggere.

Il curry, la miscela di spezie più amata

Il curry, la miscela di spezie più amata

Tra i condimenti esotici più amati dagli italiani, sempre più propensi ad aprire i propri orizzonti gustativi a nuove esperienze, un ruolo d’onore è senza dubbio ricoperto dal curry, accolto con piacere in molte case sia per dare un tocco di “etnicità” alle preparazioni sia per usufruire dei benefici che recentemente hanno alimentato la sua notorietà.

Lievito madre: come mantenerlo?

Lievito madre: come mantenerlo?

Abbiamo già parlato del lievito madre (qui), di quanto sia antico il suo utilizzo e di come, nell’ultimo periodo si stia assistendo ad un ritorno in voga di questo prodotto. Usare il lievito madre permette di ottenere impasti unici dalle caratteristiche aromatiche e di consistenza davvero particolari e difficilmente ottenibili con il classico lievito di birra.

Il lievito madre: perché preferirlo al lievito di birra

Il lievito madre: perché preferirlo al lievito di birra

Pasta madre, pasta acida, lievito naturale, criscito, lievito selvaggio…sono tutti sinonimi per indicare una miscela di acqua e farina che viene lasciata fermentare spontaneamente. Non essendoci l’aggiunta di microrganismi esterni, l’impasto che si forma fermenta grazie a batteri naturalmente presenti nella farina e nell’ambiente circostante.