Cibi che … aiutano la microflora intestinale

Cibi che … aiutano la microflora intestinale

L’intestino è un organo molto grande, può arrivare infatti a 8 metri di lunghezza! È anche un luogo molto affollato, colonizzato da più di 200 specie di batteri che, nel complesso, possono arrivare a pesare anche un chilo!

Pazzesco se si pensa a quanto piccolo può essere un singolo microrganismo. In ogni caso, la nostra salute dipende moltissimo da questi microscopici ospiti, chiamati “probiotici” e le funzioni che questi svolgono sono molteplici: aiutano il processo della digestione, stimolano l’immunità intestinale e impediscono a microrganismo “cattivi” di aderire all’intestino e fare danni.

Sono ancora in fase di studio, poi, le possibili capacità di questi batteri di prevenire le allergie e di produrre alcune vitamine. Insomma sono davvero una miniera di benefici per noi esseri umani.

Esistono alcuni alimenti, chiamati prebiotici, in grado di immettere nel nostro corpo batteri positivi oppure di fornire il nutrimento necessario a quelli già presenti che possono proliferare e svolgere le loro azioni benefiche. Vediamo insieme quali sono i cibi che maggiormente aiutano la microflora intestinale a mantenersi in salute.

 

Crauti: sono preparati a partire dal cavolo, fermentato e salato. Sembra che siano in grado di rinforzare i batteri intestinali e renderli più resistenti all’attacco di microrganismi “cattivi”. A dare questa caratteristica ai crauti è l’acido lattico, contenuto nelle foglie del cavolo e prodotto in fase di fermentazione.

 

CrautiI crauti, tipico piatto tedesco, sono prodotti dalla fermentazione della verza e hanno un caratteristico sapore marcatamente acidulo

 

Yogurt: come tutti gli alimenti fermentati, è una fonte importante di microrganismi vivi. I batteri lattici trasformano lo zucchero del latte, il lattosio, in acido lattico e il prodotto che si ottiene è cremoso e acidulo. Quando questi batteri arrivano nell’intestino, possono colonizzarlo impedendo l’attacco da parte di batteri aggressivi e dannosi. Ogni grammo di yogurt contiene almeno 10 milioni di microrganismi vivi e attivi.

 

Miele: composto per l’80% circa da zucchero, il miele può considerasi un alimento prebiotico a tutti gli effetti. Il suo contenuto di zuccheri semplici lo rende adatto a stimolare la crescita dei batteri e a migliorare la regolarità intestinali.

 

Verdura, frutta e cereali integrali: le fibre contenute in questi alimenti sono una preziosa fonte di beneficio. Generalmente indigeribili per noi uomini, sono il nutrimento ideale per la microflora batterica intestinale che, quindi, cresce forte e vitale, proteggendoci e aiutando la nostra salute.

 

MisoIl miso è un prodotto derivato della soia, utilissimo per il benessere della microflora intestinale

 

Miso: il miso si ottiene dalla fermentazione della soia, mediante uno specifico fungo. Il prodotto che si ottiene è una specie di pasta usata per condire e insaporire le zuppe o altre pietanze. Consumare una zuppa di miso prima del pasto facilita la digestione ed è molto utile per ripristinare l’equilibrio della flora batterica intestinale.

 

– Vino: sembra che i polifenoli contenuti nel vino, ovviamente bevuto con moderazione, non siano benefici soltanto per il cuore. Da alcuni studi è emersa la possibilità che queste sostanze possano influenzare positivamente l’equilibrio della microflora batterica e distruggere microrganismi patogeni.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Enza Gargiulo

Enza Gargiulo

Sono Maria Vincenza, per gli amici Enza, laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari. Allergica a tutto (o quasi) quello che madre natura ha creato, amo molto stare in cucina e provare e riprovare tutte le ricette che mi vengono in mente. Inguaribile ottimista, cerco di prendere sempre il buono da ogni situazione e di restare allegra il più possibile nel corso delle giornate. E se la sera mi sento stanca, una buona compagnia e un bel bicchiere di vino mi rimettono in forze e sono sempre pronta a far festa!