Cibi che … contengono calcio ma non lattosio

Cibi che … contengono calcio ma non lattosio

Il calcio è un microelemento indispensabile per la vita. Nel corpo ne abbiamo più di un chilogrammo stipato per lo più nelle ossa e nei denti, ma anche una parte libera e circolante per il flusso sanguigno e all’interno dei muscoli.

Insieme al fosforo, il calcio è il maggior componente dell’apparato scheletrico ma si trova anche nei muscoli in quanto è coinvolto nel processo di trasmissione nervosa e di contrazione muscolare.

Assicurarsi quotidianamente la giusta razione di calcio è fondamentale e ci preserva da alcune spiacevoli situazioni, come la comparsa dell’osteoporosi o della debolezza ossea. Le raccomandazioni parlano di 1000 mg di calcio al giorno, da aumentare a 1200 mg quando si superano i 60 anni o se ci si trova in stato di gravidanza.

Generalmente siamo abituati a pensare che la maggior fonte di calcio disponibile in natura sia rappresentata dal latte e dai suoi derivati. In 100 ml di latte sono contenuto 125 mg di calcio: una quantità tutt’altro che trascurabile. Il latte, però, ha il problema di contenere lattosio e, sebbene siano moltissimi i prodotti lattiero-caseari privi di questo zucchero, è sempre una buona norma conoscere quali sono i cibi che contengono calcio ma sono privi di lattosio.

 

Okra: anche noto come gombo, ha una forma molto simile a quella di un peperoncino verde ma la sua superficie è molto più scanalata. È molto probabilmente originaria dell’Africa e viene consumata preparata in moltissimi modi diversi: fritta, in pastella, gratinata, in umido o cruda condita con sale. Dal punto di vista nutrizionale contiene poche calorie, molte fibre, vitamine (in particolare la C) e minerali, come ad esempio il calcio (82 mg per ogni 100 g).

 

OkraL’okra è un ortaggio insolito, dal sapore vagamente di asparago, usatissimo nella cucina americana

 

Fichi secchi: essiccando i fichi freschi è possibile ottenere questi alimenti che di solito si consumano a fine pasto durante il periodo natalizio, insieme ad altra frutta secca o essiccata. Siccome uno tira l’altro è bene ricordare che i fichi secchi sono estremamente calorici e ricchi di zuccheri: 256 kcal e 58 g di zuccheri semplici per 100 g. sono però anche ricchi di minerali, in particolare il calcio è presente con 186 mg per 100 g.

 

Polpo: il polpo è un cefalopode che viene spesso (ed erroneamente) chiamato polipo. I due animali però sono differenti: il polpo è quello che ha i tentacoli con le ventose, il polpo è un animaletto acquatico a cui si deve la formazione dei coralli. La carne del popolo è molto apprezzata per il suo sapore e per le sue caratteristiche nutrizionali. Per quanto riguarda il calcio, 100 g di polpo apportano ben 144 mg di questo minerale.

 

Cicoria: è una pianta erbacea che viene molto usata sia in cucina che in erboristeria, grazie alle sue numerose proprietà benefiche. La cicoria apporta pochissime calorie, per la precisione 10 kcal per 100 g ed è ricca di vitamine e minerali, ad esempio contiene 236 mg di potassio e 74 mg di calcio ogni 100 g di prodotto.

 

Semi di chiaI semi di chia hanno un discreto potere addensante: basta aggiungerli ad un succo o altro liquido, mescolare bene e aspettare che si formi una specie di budino da poter consumare con il cucchiaio

 

Semi di chia: si ottengono da una pianta sono semi molto piccoli e neri ricchissimi di proprietà nutrizionali. Infatti se ne apprezzano sempre più il contenuto di acidi grassi polinsaturi, ma anche di proteine e fibre, nonché di minerali. In particolare i semi di chia possono rappresentare una delle maggiori fonti di calcio vegetale grazie ai loro 631 mg per ogni 100 g.

 

Sardine sott’olio: le sardine fanno pare del gruppo del cosiddetto pesce azzurro. Le loro carni sono ricche in particolare di acidi grassi Omega 3, definiti anche essenziali e indispensabili per la nostra vita. Contengono, ovviamente, proteine di alto valore biologico e una dose considerevole di calcio (613 mg/100 g).

 

 

Photo Credits: Livelongerlifestyle , Notizie

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Enza Gargiulo

Enza Gargiulo

Sono Maria Vincenza, per gli amici Enza, laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari. Allergica a tutto (o quasi) quello che madre natura ha creato, amo molto stare in cucina e provare e riprovare tutte le ricette che mi vengono in mente. Inguaribile ottimista, cerco di prendere sempre il buono da ogni situazione e di restare allegra il più possibile nel corso delle giornate. E se la sera mi sento stanca, una buona compagnia e un bel bicchiere di vino mi rimettono in forze e sono sempre pronta a far festa!