Cibi che … portano fortuna per il nuovo anno

Cibi che … portano fortuna per il nuovo anno

Tutti noi abbiamo dei desideri. Speranze, buoni propositi e promesse che in questo periodo dell’anno si fanno più pressanti e che ci accompagnano nella fine del vecchio anno e attraverso l’inizio del nuovo.

Il 31 dicembre è per tutti un momento di riflessione su ciò che ci è capitato durante l’anno che si appresta a finire e su quello che potrebbe o vorremmo che ci capitasse in quello nuovo. Per rendere propizia questa transizione dal vecchio al nuovo ci sono moltissimi riti in tutte le diverse culture.

E, come sempre, si comincia dalla tavola! Oggi vediamo quali sono i cibi che nel mondo sono considerati portafortuna per il nuovo anno e che non possono mancare sulla tavola delle feste se si vuole iniziare il nuovo anno con il piede giusto!

 

Lenticchie: non soltanto una tradizione italiana, anche in Ungheria le lenticchie sono di buon augurio per il nuovo anno. Mangiare lenticchie esattamente a mezzanotte dovrebbe (e il condizionale è d’obbligo!) garantire un nuovo anno in cui il denaro non manchi. Considerando che sono anche buone, perché non provare? Non si può mai sapere…

 

LenticchieLe lenticchie sono usate come simbolo portafortuna per il nuovo anno in Italia e in Ungheria

 

Maiale: questo animale simboleggia il progresso in moltissime culture. Spagna, Portogallo, Austria e Cuba sono le nazioni in cui è sempre presente una portata di maiale da consumare l’ultimo dell’anno, così che il quello nuovo sia pieno di nuovi obiettivi raggiunti.

 

Noodles: sono una specie di spaghetti molo sottili, fatti generalmente con acqua e farina di vario genere: dal grano saraceno, al grano con o senza l’aggiunta di uovo all’impasto. Sono originari di Cina e Giappone e possono essere serviti sia freddi che caldi. Per salutare il nuovo anno, è usanza servirne un piatto in quanto sono il simbolo della longevità.

 

Frutta tonda: uva, mandarini e altri frutti dalla forma rotondeggiante devono necessariamente essere consumati per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Questo perché la forma tonda ricorda le monete ed è quindi un buon augurio di un anno ricco di denaro. Affinché la profezia si avveri nelle Filippine è necessario mangiare 13 frutti tondi, in USA se ne devono mangiare 12 per avere l’effetto desiderato. Paese che vai, usanza che trovi!

 

Fagioli dall'occhio neroConsumare fagioli riscaldati il 2 di gennaio è usanza statunitense per propiziare l’abbondanza del nuovo anno appena iniziato

 

Fagioli dall’occhio nero: come le lenticchie, anche questi legumi sono considerati di buon augurio. Negli Stati Uniti sono considerati simbolo di abbondanza e per questo fondamentali per affrontare il nuovo anno nel migliore dei modi. Generalmente vengono consumati riscaldati anche il 2 gennaio: questo perché la frugalità di un pasto riscaldato possa essere propiziatoria per l’abbondanza dell’anno appena iniziato.

 

Vegetali verdi: anche in questo caso il tema denaro è principale. Il verde ricorda il colore delle banconote. Questa usanza è tipica in particolar modo dell’America del Sud dove si preferisce spesso consumare per questo scopo verza e prezzemolo.

 

 

Photo Credits: Wikipedia , Officinalisanmarco

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Enza Gargiulo

Enza Gargiulo

Sono Maria Vincenza, per gli amici Enza, laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari. Allergica a tutto (o quasi) quello che madre natura ha creato, amo molto stare in cucina e provare e riprovare tutte le ricette che mi vengono in mente. Inguaribile ottimista, cerco di prendere sempre il buono da ogni situazione e di restare allegra il più possibile nel corso delle giornate. E se la sera mi sento stanca, una buona compagnia e un bel bicchiere di vino mi rimettono in forze e sono sempre pronta a far festa!