Cibi che … sono più ricchi di vitamina B12

Cibi che … sono più ricchi di vitamina B12

La vitamina B12 è una sostanza molto particolare di cui si sente spesso parlare in particolare quando si parla di dieta vegana. È l’unica molecola utilizzata dal nostro corpo che contiene cobalto ed è una vitamina indispensabile per il mantenimento dell normali funzioni vitali e metaboliche. La carenza causa anemia, problemi a carico del sistema nervoso centrale e cardio-circolatorio.

Gli unici esseri in grado di produrre vitamina B12 sono batteri e funghi e la fonte alimentare per noi uomini è rappresentata dagli alimenti di origine animale. Carne e pesce, latte e derivati, uova. Tutti alimenti esclusi nelle diete vegane. Ma non è assolutamente detto che i vegani siano obbligatoriamente carenti di vitamina B12! La supplementazione deve essere consigliata dal medico quando sia effettivamente necessaria.

Ma quali sono le fonti alimentari di vitamina B12? Vediamo insieme quali sono i cibi che ne contengono di più, di certo animali ma con qualche sorpresa!

 

Formaggi: il contenuto di B12 nei formaggi è molto variabile, tra quelli che ne contengono di più troviamo l’amato Parmigiano (4 mcg/100 g), prodotto di eccellenza della tradizione alimentare italiana.

 

Parmigiano ReggianoIl Parmigiano è uno dei prodotti di eccellenza del nostro bel paese

 

Frattaglie: sono le interiora degli animali, quindi cuore, polmoni, reni e in particolar e il fegato in cui possiamo avere la vitamina B12 in quantità di 110 mcg per 100 g. Ovviamente sono alimenti molto ricchi di grassi, saturi per lo più, per cui vanno consumate dagli amanti di questa tipologia di cibo con estrema moderazione.

 

Aringa: pesce molto diffuso soprattutto nell’Oceano Atlantico Settentrionale. Considerando che il fabbisogno quotidiano di B12 è 2,4 mcg, l’aringa con i suoi 13 mcg per 100 g permette di coprire abbondantemente tutto il fabbisogno di questa vitamina.

 

Alghe (forse): sebbene recenti studi hanno messo in luce la possibilità che le alghe possano rappresentare una fonte importante di vitamina B12, adatte anche all’alimentazione vegana, fino ad oggi non vi sono evidenze scientifiche chiare. Anzi la maggior parte degli esperti, tende a definire le alghe come una fonte inadeguata di vitamina B12. Sembrerebbe che la vitamina presente in queste alghe sia principalmente nella forma inattiva e, addirittura, contrasti l’assorbimento della forma attiva. Ai posteri l’ardua sentenza.

 

Molluschi mariniI molluschi marini sono una risorsa di molti minerali e di vitamina B12

 

Molluschi: in particolare nei molluschi si possono raggiungere concentrazioni di vitamina B12 di 19 mcg, ben sufficienti a coprire l’intero fabbisogno. È importante ricordarsi di consumare i frutti di mare preferibilmente cotti e che la cottura riduce il contenuto della vitamina B12 del 30% circa.

 

Cereali per la colazione: gli alimenti di origine vegetale non contengono di norma la vitamina B12. È possibile che, in seguito a contaminazioni microbiche degli stessi oppure per aggiunta in fase di preparazione dell’alimento, si possano raggiungere livelli di vitamina B12 considerevoli. È il caso dei cerali per la colazione che molto spesso sono arricchiti o fortificati di sali minerali e vitamine, tra cui la B12.

Share on Facebook53Tweet about this on TwitterShare on Google+1Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Enza Gargiulo

Enza Gargiulo

Sono Maria Vincenza, per gli amici Enza, laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari. Allergica a tutto (o quasi) quello che madre natura ha creato, amo molto stare in cucina e provare e riprovare tutte le ricette che mi vengono in mente. Inguaribile ottimista, cerco di prendere sempre il buono da ogni situazione e di restare allegra il più possibile nel corso delle giornate. E se la sera mi sento stanca, una buona compagnia e un bel bicchiere di vino mi rimettono in forze e sono sempre pronta a far festa!