Cibi che … sono poveri di grassi saturi

Cibi che … sono poveri di grassi saturi

I grassi saturi sono il cruccio di noi tutti. Nel tempo abbiamo imparato che sono i grassi più problematici, quelli che ci donano tante calorie senza apparentemente alcun beneficio.

Oggi sappiamo che, sebbene il loro consumo vada certamente limitato, anche per i grassi saturi esiste una dose giornaliera raccomandata, da introdurre grazie agli alimenti.

Il loro ruolo all’interno del corpo è importante: oltre ad essere fonte di energia sono anche utili per la costruzione di moltissime strutture cellulari. Diciamo che circa il 10% dell’energia che introduciamo tutti i giorni dovrebbe derivare proprio dai grassi saturi.

Resta comunque inteso che il consumo di questi grassi va limitato il più possibile in quanto una dieta ricca di saturi espone il corpo a maggior rischio di comparsa di alcune patologie, anche gravi: obesità, malattie cardiovascolari, dislipidemie, diabete e ipercolesterolemia.

I grassi saturi sono maggiormente contenuti dei prodotti di origine animale, quindi carne, latte e uova, mentre sono meno rappresentati nei prodotti vegetali. Ecco perché una dieta equilibrata dovrebbe essere basata si frutta, verdura, legumi, cereali e affini mentre limitare le occasioni settimanali di consumo di carne ed altri prodotti animali. Oggi vediamo proprio quali sono i cibi che sono poveri di acidi grassi saturi.

 

Miele: il miele è prodotto dalle api a partire dal nettare dei fiori. È composto principalmente da acqua, glucosio e fruttosio in proporzioni variabili. È di fatto uno zucchero, usato appunto per le sue proprietà dolcificanti e aromatizzanti. È un alimento privo di grassi, ma essendo composto da zuccheri semplici il suo consumo va ugualmente limitato per non creare problemi alla linea.

 

MieleIl miele è certamente il prodotto dell’alveare più noto e utilizzato dall’uomo

 

Frutta: è generalmente costituita da acqua e zuccheri, a cui si aggiungono una certa quantità di fibre, vitamine e sali minerali. La frutta è dunque priva di grassi e quindi anche di grassi saturi. Ma come per tutte le regole abbiamo un’eccezione! Esiste infatti una speciale famiglia di frutti che prende il nome di “frutta grassa”. Appartengono a questo gruppo il cocco, l’avocado, le olive e la frutta secca ed hanno tutti la caratteristica di possedere una quota considerevole di grassi, anche saturi. Basti pensare che nella noce di cocco possiamo trovare 35 g di grasso di cui circa 31 g sono saturi!

 

Verdura: a pranzo e a cena non dovrebbe mai mancare un bel piatto abbondante di verdura, cotta o cruda non ha importanza basta che sia di nostro gradimento e che sia condita con olio extravergine di oliva rigorosamente a crudo per preservare tutte le sue proprietà benefiche. La verdura ha un elevato potere saziante, contiene fibre e micronutrienti importanti

 

Funghi: sono i corpi fruttiferi di specie microscopiche che crescono generalmente in ambienti umidi e ombreggiati. Dopo una forte pioggia in autunno è possibile sentire tra i boschi un incredibile profumo di funghi ed è proprio in questo periodo che avviene la raccolta. Non sono da considerare verdure ma neanche ovviamente frutti. Ad ogni modo sono poveri di calorie e di grassi e ricchi invece di fibre e micronutrienti.

 

AlgheLe alghe sono un alimento da sempre usato nella cucina asiatica

 

Alghe: da secoli consumate come alimenti nella cucina orientale, stanno piano piano approdando anche nelle nostre preparazioni alimentari. Il loro vanto è di possedere poche calorie (e grassi) ma molti altri nutrienti interessanti e di apportare sapore alle preparazioni permettendo di ridurre il contenuto di sale aggiunto.

 

Erbe aromatiche fresche: basilico, prezzemolo, menta, maggiorana, timo, origano e chi ne ha più ne metta sono ingredienti preziosissimi in cucina. Consentono di insaporire i nostri piatti riducendo la necessità di aggiungere il sale alle pietanze, rendendole di fatto più salutari e gradite al palato. Triturate fresche contengono anche una quantità di acidi grassi saturi praticamente trascurabile sostituiti dai grassi polinsaturi, infallibili alleati della nostra salute.

 

 

Photo Credits: Cravingyellow , Haagafoods

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Enza Gargiulo

Enza Gargiulo

Sono Maria Vincenza, per gli amici Enza, laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari. Allergica a tutto (o quasi) quello che madre natura ha creato, amo molto stare in cucina e provare e riprovare tutte le ricette che mi vengono in mente. Inguaribile ottimista, cerco di prendere sempre il buono da ogni situazione e di restare allegra il più possibile nel corso delle giornate. E se la sera mi sento stanca, una buona compagnia e un bel bicchiere di vino mi rimettono in forze e sono sempre pronta a far festa!