Colazione: sai cosa mangi?

Colazione: sai cosa mangi?

Una tazza di latte tiepido e fragranti biscotti costituiscono il dolce connubio che accompagna il risveglio di molti italiani. Per tanti altri, invece, questa colazione è ormai un remoto ricordo: magari il latte vaccino è stato sostituito con quello vegetale o con una altra bevanda, come tè o tisane, ed i biscotti sono stati soppiantati da fette biscottate, gallette o cereali soffiati al naturale, nella convinzione che i tradizionali latte e biscotti non siano sufficientemente salutari.

Questo è indubbiamente vero, dal momento che spesso una colazione di questo tipo apporta molti grassi e zuccheri, per non parlare del colesterolo se scegliamo di consumare latte intero e biscotti al burro.

Ma, come spesso accade, c’è l’eccezione che conferma la regola e noi oggi ci occuperemo proprio di questa eccezione. Armiamoci di tazza e cucchiaino!

 

Latte scremato e biscotti per la nostra colazione

 

Per prima cosa, se vogliamo stare attenti alla quantità di grassi saturi e colesterolo nella nostra dieta senza rinunciare al piacere del latte, dobbiamo accertarci che quest’ultimo sia parzialmente o totalmente scremato.

Poiché per questa mattina desideriamo una colazione che rientri nella Top 10 della salute, apriamo il brick di “Latte Scremato Magro con Fibre e Vitamine Linea e Benessere Mukki“, il prodotto che si posiziona in testa alla classifica con un punteggio di 8,5 (*).

 

Latte

 

Ecco svelati i segreti di tanto successo:

 

Latte scremato, fibra alimentare: inulina (0.5%), vitamine (C, E, biotina).

 

Oltre al latte scremato, che per definizione ha un tenore in grasso inferiore allo 0,3%, notiamo subito la presenza di altri ingredienti. L’inulina è una fibra solubile capace di contribuire con la sua azione a migliorare la funzionalità intestinale: normalmente il latte non è una fonte di fibre, ma in questo caso una porzione da 125 ml ce ne apporta una piccola quantità, pari al 2,6% del totale raccomandato.

Le vitamine C ed E sono due importanti antiossidanti che non possono assolutamente mancare nella nostra dieta quotidiana, mentre la biotina, naturalmente contenuta nel latte, sostiene il metabolismo cellulare e promuove la formazione di energia.

Con questa tazza di latte assumiamo pochissimi saturi, circa lo 0,6% della quota ammessa ogni giorno, un po’ di proteine, calcio e un po’ di zuccheri, che rappresentano il 10,4% del totale consigliato. Quest’ultimo dato, però, non dovrebbe destarci troppa preoccupazione: secondo gli esperti di nutrizione, infatti, gli zuccheri contenuti in latte, frutta e verdura non sono deleteri quanto gli zuccheri provenienti da altre fonti, come dolci e bibite.

Ciò non significa poter abusare di latte, ma 1-2 porzioni al giorno di questo alimento non possono di certo sbilanciare la nostra dieta.

Ora occupiamoci della nota dolente: i biscotti. In commercio ce ne sono di tantissimi tipi, realizzati con farine diverse, da quella di grano a quelle di farro o riso, con aggiunta di cioccolato o ripieni di confetture o creme, secchi o frollini, integrali o no.

Con il prodotto di oggi, che non può essere da meno del latte e dunque si colloca anch’esso al vertice della sua categoria, riveliamo che è possibile scegliere un biscotto dalle buone caratteristiche nutrizionali: parliamo dei “Novellini Akrux Bio Sottolestelle“, che al momento vincono il premio di miglior biscotto nel database di Edo, con un punteggio pari a 7,2 (*), molto al di sopra della media dei suoi affini.

 

Biscotti

 

In etichetta leggiamo:

 

Farina di grano duro* Cappelli Akrux 51%, succo d’agave* 15%, olio extravergine* di oliva a bassa acidità 11%, amido di mais*, bevanda di riso* (riso* 17%, acqua, olio di semi di girasole*, olio di cartamo*, sale marino), vaniglia*, cremortartaro. *biologico.

 

Innanzitutto, il prodotto è biologico, dunque merita una nota a favore. Nella schermata dei Pro & contro, con nostro grande stupore, possiamo vedere che non compare nessuna avvertenza rossa.

Infatti il prodotto presenta pochi zuccheri tra i carboidrati, essendo dolcificato solo con succo di agave: in tale modo, una porzione da 30 grammi di questi biscotti copre il 4,5% del fabbisogno quotidiano di zuccheri semplici. Una cosa inaudita!

Inoltre, essendo presenti solo oli vegetali quali il pregiato extravergine di oliva, olio di girasole e di cartamo, la quantità di grassi saturi apportati è davvero irrisoria: per la precisione, lo 0,1% della quota che dovremmo ingerire tutti i giorni! Questi biscotti, essendo privi di ingredienti di origine animale, non forniscono colesterolo ed hanno poco sodio, appena l’1,6% dell’ammontare giornaliero.

Dunque, il bilancio finale dato dalla somma di latte e biscotti non può che essere positivo. In totale ingeriamo 145 kcal, solo il 7,3% del fabbisogno energetico (basandoci su una dieta di 2000 kcal): poiché la colazione dovrebbe fornire una percentuale più alta di calorie, circa il 15-20%, possiamo eventualmente concederci un paio di biscotti in più o riempire maggiormente la nostra tazza di latte (ad esempio bere 150 ml di latte), completando poi il nostro pasto con una macedonia, una spremuta o un frutto di stagione.

I grassi raggiungono l’1,2% del fabbisogno ed in particolare i saturi lo 0,7%. Con gli zuccheri ci assestiamo solo al 15% del fabbisogno e col sodio al 3,7%. Le fibre rappresentano invece il 4,3%: questo aspetto è migliorabile, anche se la colazione non è normalmente il pasto a maggior contenuto in fibra, che ci possiamo tranquillamente procurare in altri momenti della giornata.

Chi pensava di non poter fare una buona colazione con latte e biscotti, in questo caso deve assolutamente ricredersi!

 

 

(*) punteggio calcolato sul fabbisogno di un uomo di 26 anni

Photo Credits: Wallconvert , Oliodipalma , Ian-roberts.deviantart

Share on Facebook12Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Edo

Edo

Edo è la prima app che ti dice esattamente cosa stai mangiando e ti guida verso una scelta alimentare sana e consapevole!