Colazione salata: sai cosa mangi?

Colazione salata: sai cosa mangi?

Se non riuscite a immaginare di iniziare la giornata senza un po’ di dolcezza, questa colazione non fa decisamente per voi. Se, invece, non disdegnate qualche incursione nel mondo del salato e magari avete poco tempo per prepararvi uova e pancetta potrebbe passarvi per la testa l’idea di spalmare del formaggio sui cracker.

Per scoprire se è una scelta giusta ed equilibrata, prendiamo due prodotti abbastanza facili da trovare al supermercato o nelle vostre dispense, i “Cracker Salati Doriano” e “Lo Spalmabile Valsoia”, che andranno a comporre la nostra colazione salata.

 

Crackers e formaggio spalmabile

 

Partiamo con i cracker, punteggio 5.5 (*) all’interno della nostra app.

 

Crackers salatiI crackers salati sono molto usati come sostituti del pane

 

Per prima cosa diamo uno sguardo agli ingredienti:

 

Farina di frumento, oli vegetali di palma e di cocco, sale, farina d’orzo maltato, lievito (glutine).

 

Già ad una prima occhiata notiamo la presenza di oli vegetali, in particolare di cocco e del tanto discusso olio di palma. La presenza di questi due ingredienti è sempre sinonimo di grassi saturi. Tanti, 2,6g per porzione, addirittura più dell’11,6% del fabbisogno giornaliero in soli 30 g di porzione. L’altro ingrediente che più incide in questo tipo di prodotto è sicuramente il sale (chi non ha mai mangiato le briciole in fondo al pacchetto!). Infatti, una porzione di cracker contiene 0,29g di sodio, circa 11,4% del fabbisogno giornaliero.

L’inizio non è stato incoraggiante, vediamo ora cosa comporta combinare i cracker al formaggio spalmabile, valutato dal nostro algoritmo con un punteggio pari a 5 (*).

 

Formaggio spalmabileIl formaggio spalmabile ha una consistenza morbida e cremosa che lo rende adatto a formare sottili strati sul pane o suoi sostituti

 

Ecco da cosa è composto:

 

Estratto di soia fermentato 75% (acqua, semi di soia (8,4%), fermenti vivi), olio di cocco, fibra alimentare, addensanti: carragenina, alginato di sodio; stabilizzante: pectina, fosfato di calcio; sale marino, vitamina D2.

 

Scorrendo la lunga lista, nella quale spicca l’assenza del latte (il prodotto è senza lattosio), troviamo, come per i cracker, l’olio di cocco (vuoi saperne di più? Ne abbiamo parlato qui). Questo fa accendere la spia dei grassi saturi nel nostro pannello di controllo per la colazione perfetta: 50 grammi di questo formaggio equivalgono quasi al 40% della quantità di saturi che dobbiamo assumere nella giornata. A questa caratteristica negativa, si va ad aggiungere anche il sodio: la porzione ci consente di coprire il 4% della quantità giornaliera raccomandata.

Se teniamo conto di entrambi i prodotti saliamo quindi al 51% dei grassi saturi totali che dovremmo assumere e al 15,4% del sodio, decisamente troppo! Meglio sostituire il formaggio spalmabile con qualcosa di meno grasso, come ad esempio uno yogurt, utile anche a ridurre la quantità di sale.

Come avete già intuito, questa colazione non è consigliabile in quanto fortemente sbilanciata (pochissimi zuccheri, tantissimi grassi e una buona dose di sodio): difficilmente andrà a combinarsi nel modo corretto con quello che mangerete durante il resto della giornata e sappiamo bene quanto sia importante assumere tutti i nutrienti nelle giuste quantità per mantenere in salute il nostro corpo!

 

 

(*) punteggio calcolato per un uomo di 26 anni

Share on Facebook9Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Edo

Edo

Edo è la prima app che ti dice esattamente cosa stai mangiando e ti guida verso una scelta alimentare sana e consapevole!