Conosci Edo: Intervista a Diego Lanzoni

Conosci Edo: Intervista a Diego Lanzoni

Chi ha creato Edo, l’app che ti permette di scoprire cosa mangi? Continua il nostro viaggio alla scoperta dei nostri founders: oggi è il turno di Diego Lanzoni!
 

diego lanzoni
 

Chi è Diego Lanzoni? Scopriamolo insieme!

 
1) Ciao Diego! Ti va di raccontarci qualcosa di te? Chi sei e di cosa ti occupi in Edo?
 
Certo! Mi chiamo Diego ed un paio d’anni fa mi sono laureato in Scienze e Tecnologie Informatiche nella città in cui ora lavoro, Cesena. In Edo, sviluppo l’applicazione IOS con Luciano e collaboro insieme a Marco al sistema “backend”, progettando l’architettura dei dati (database): mi muovo “dietro le quinte”, insomma! Mi occupo, inoltre, della parte amministrativa della società e della gestione dei rapporti con alcuni dei nostri collaboratori esterni.
 
2) Com’è nata l’applicazione e qual è stato il tuo apporto alla sua realizzazione?
 
L’idea è nata, inizialmente, dalle necessità dei miei compagni di studi (ora colleghi): mangiare sano. Dopotutto, da bravi studenti fuori sede, mangiavano praticamente a caso: l’importante era sfamarsi! Per quanto mi riguarda, pur non essendo studente fuori sede ma praticando sport a livello agonistico (tennis), ero fortemente interessato a curare meglio la mia alimentazione. Quale strumento migliore di una applicazione che ti spiega cosa stai mangiando? Inutile dire che l’idea mi piacque fin dal primo momento: non ci pensai due volte ad entrare del team occupandomi, sin dall’inizio, di quello che vi ho raccontato sopra.
 
3) Qual è stata la difficoltà maggiore nella realizzazione di questo progetto?
 
Non voglio parlare di difficoltà, piuttosto di sfide: ogni giorno ci siamo imbattuti in piccole, grandi prove che abbiamo superato lavorando duramente. La più grande è stata certamente quella di trasformare l’idea in un prodotto, facilmente utilizzabile ed utile al numero più ampio di persone.
 
4) Qual è l’obiettivo che ti sei posto quando è nato il progetto Edo? C’è uno scenario in particolare che vorresti vedere diventare la realtà di domani?
 
Il primissimo obiettivo fu quello di creare uno strumento che fosse davvero utile a tante persone. Penso a chi ha particolari esigenze alimentari, a tutti quelli che soffrono di intolleranze, a chi vuole controllare la propria alimentazione o semplicemente capire ciò che quotidianamente mette nel piatto (e nella pancia!). Lo scenario che vorrei diventasse la realtà di domani (anzi, che diventerà la realtà di domani) è rendere Edo sempre più personalizzabile, capace di soddisfare le necessità specifiche di un numero sempre più grande di persone.
 

EdoEcco Edo, l’applicazione che ti dice cosa mangi: disponibile gratuitamente per IOS e Android

 
5) È possibile, al giorno d’oggi, essere giovani e fare impresa? Come?
 
Sicuramente si. Anzi, a mio avviso, la prima esperienza imprenditoriale è più semplice per un giovane: gli risulterà sicuramente meno difficile accettare tutti gli aspetti negativi di questa professione (assenza o quasi di un ritorno economico e assoluta incertezza, quanto meno nei primi periodi), investendo totalmente sé stesso nel proprio progetto.
 
6) Una corretta alimentazione è sinonimo di un corretto stile di vita?
 
Certamente, quando si parla di corretto stile di vita, l’alimentazione è sicuramente l’aspetto più importante. È importante anche praticare sport, facendo attenzione a plasmare la propria alimentazione sulla base delle esigenze che l’attività sportiva impone. Un esempio? Ho praticato tennis a livello agonistico per diversi anni quando frequentavo l’università, e la mia alimentazione era molto diversa da quella di oggi: ora ho un fabbisogno energetico inferiore, ed assumo molti meno zuccheri rispetto a prima.
 
7) E mangiare bene cosa significa? Quanto ti ha aiutato Edo in questo?
 
Mangiare bene significa mangiare in modo consapevole ed equilibrato, ponendo grande attenzione alle proprie esigenze che, inevitabilmente, sono differenti da quelle di altre persone. Edo mi ha aiutato tanto, specialmente per quanto riguarda la colazione: qualche anno fa mangiavo spesso merendine di vario genere. Conoscere il loro Indice Edo (ed i Pro&Contro degli ingredienti che le compongono) mi ha dato una mano ad..optare per alimenti più sani!
 
8) C’è un alimento tendenzialmente non sano che ti piace mangiare? Come fai a bilanciare alcune tue passioni alimentari al concetto di alimentazione sana?
 
Sinceramente direi di no: ogni tanto mangio qualche alimento non proprio sano (fritto, ad esempio, o dolci) ma non ne vado così “matto” da non poterne fare a meno! Ho la fortuna di poter dire di non dipendere da nessun alimento in particolare. Bilanciare è molto semplice a dirsi: occorre limitare al minimo (se proprio non se ne può fare a meno) gli alimenti che troppo bene non fanno. Devo dire che per me è semplice anche a farsi.. sarò forse strano io?

 

Grazie a Diego Lanzoni per averci raccontato la sua esperienza! A presto con l’ultima intervista al team!

Share on Facebook42Tweet about this on TwitterShare on Google+1Pin on Pinterest0Share on LinkedIn1Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Enza Gargiulo

Enza Gargiulo

Sono Maria Vincenza, per gli amici Enza, laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari. Allergica a tutto (o quasi) quello che madre natura ha creato, amo molto stare in cucina e provare e riprovare tutte le ricette che mi vengono in mente. Inguaribile ottimista, cerco di prendere sempre il buono da ogni situazione e di restare allegra il più possibile nel corso delle giornate. E se la sera mi sento stanca, una buona compagnia e un bel bicchiere di vino mi rimettono in forze e sono sempre pronta a far festa!