Frigorifero: sai prendertene cura?

Frigorifero: sai prendertene cura?

L’invenzione del frigorifero è piuttosto recente: risale soltanto agli inizi del Novecento e per i nostri nonni non era affatto scontato avere in frigorifero in casa. Quello che oggi consideriamo un elettrodomestico di base, che non può assolutamente mancare in una casa, qualche decennio fa era considerato un lusso!

Siamo talmente abituati a considerare questo elettrodomestico qualcosa di scontato che spesso non ci rendiamo conto che anche lui ha bisogno di essere “curato” per svolgere al meglio le sue funzioni.

Come possiamo, quindi, prenderci cura di lui ottimizzando le sue funzionalità? Ecco cinque consigli.
 

 Come prendersi cura del proprio frigorifero?

 

1. Saper disporre gli alimenti nel modo giusto

Il freddo tende a muoversi verso il basso. Quindi la zona più fredda del nostro frigo sarà quella sopra i cassetti di frutta e verdura. Tenendo presente questa situazione generale sarebbe opportuno disporre nella zona più fredda la carne, il pesce e i salumi. Nella parte più alta del frigorifero riporre i formaggi duri e gli alimenti già cotti e nella parte centrale del frigorifero tutti gli altri alimenti. Infine, nei vani della porta riporre bevande, uova, burro, latticini.

 

2. Controllare sempre la temperatura interna del frigorifero

La temperatura interna dovrebbe essere mantenuta sui 4-5°C per fare in modo che gli alimenti si conservino nel migliore dei modi. È importante che il frigorifero sia collocato lontano da fonti di calore. Per impedire eccessive variazioni di temperatura interne è importante anche limitare le volete in cui si apre il frigorifero e ridurre al minimo il tempo in cui la porta resta aperta. Se non si segue questo consiglio, si rischia di determinare un aumento della temperatura eccessivo e un più veloce deterioramento. Evitare anche di posizionare nel frigorifero pietanze ancora calde per lo stesso motivo.

 

3. Evitare di conservare prodotti già scaduti

Un prodotto che abbia superato la sua data di scadenza è un probabile portatore di microrganismi che possono contaminare tutto il frigorifero e, quindi, gli altri alimenti accelerandone il deterioramento. È bene tenere sotto controllo la data di scadenza di tutti gli alimenti che conserviamo.

 

frigorifero1

Ricordati sempre di controllare la data di scadenza dei cibi che conservi!

 

4. Non sovraccaricare il frigorifero

Se i ripiani del frigorifero sono troppo pieni si impedisce all’aria di circolare bene all’interno della cella e il raffreddamento non sarà omogeneo in ogni punto. Inoltre, se ci sono troppi cibi, si può facilmente perdere di vista quelli in scadenza e rischiare che restino lì a lungo con l’eventuale rischio di contaminazioni. Inoltre ricordiamoci anche che non tutti gli alimenti hanno bisogno della refrigerazione per potersi conservare: pane, frutta esotica, pomodori, zucchine messi al freddo vanno a male più velocemente se non lasciati a temperatura ambiente.

 

5. Pulire regolarmente il frigorifero

È molto importante pulire bene l’interno del frigorifero. Si consiglia di usare regolarmente acqua e aceto e/o bicarbonato. In questo modo si riesce anche a risanare l’ambiente, eliminando gli eventuali  microrganismi presenti nel frigo. Altra cosa importante è eliminare il ghiaccio e la brina che si formano sulla parete di fondo del frigorifero. Questo fenomeno è dovuto al vapore acqueo prodotto dagli alimenti che ancora “respirano” coma frutta e verdura che va a condensarsi sulla parete di fondo in quanto è la più fredda. Purtroppo il ghiaccio è isolante e il suo accumulo limita la capacità di refrigerazione del frigorifero impedendone il corretto funzionamento.

 

Seguendo queste semplici regole sarà possibile conservare la meglio i nostri alimenti e tenere in buona salute il nostro caro frigorifero.

 

Fonte: Decalogo della Sicurezza del Frigorifero – Ministero della Salute (qui)

Photo Credits: CheDonna ; immagine in evidenza Vanity Fair

Share on Facebook53Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Enza Gargiulo

Enza Gargiulo

Sono Maria Vincenza, per gli amici Enza, laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari. Allergica a tutto (o quasi) quello che madre natura ha creato, amo molto stare in cucina e provare e riprovare tutte le ricette che mi vengono in mente. Inguaribile ottimista, cerco di prendere sempre il buono da ogni situazione e di restare allegra il più possibile nel corso delle giornate. E se la sera mi sento stanca, una buona compagnia e un bel bicchiere di vino mi rimettono in forze e sono sempre pronta a far festa!