L’esperto risponde: cosa sono macro- e micro- nutrienti?

L’esperto risponde: cosa sono macro- e micro- nutrienti?

I cibi che consumiamo contengono un insieme di sostanze chimiche, presenti in quantità e tipologia diversa a seconda dell’alimento, note come principi nutritivi o nutrienti.

Il bisogno di alimentarsi è legato non solo alla necessità di introdurre un adeguato apporto energetico, ma anche all’esigenza di disporre di materiale plastico per la riparazione e la crescita dell’organismo e di materiale regolatore per consentire lo svolgimento dei processi biochimici e fisiologici.

I principi nutritivi vengono classificati in macronutrienti e micronutrienti in ragione della quantità che deve essere assunta giornalmente.

 

NutrientiUna dieta varia ed equilibrata garantisce un’introduzione di nutrienti adeguata e senza eccessi così da evitare aumento di peso e altre problematiche

 

Nel gruppo dei macronutrienti troviamo le proteine o protidi, i grassi o lipidi ed i carboidrati o glucidi o zuccheri. Vitamine e sali minerali affluiscono invece alla categoria dei micronutrienti, appunto così definiti in quanto sono richiesti in piccole quantità, nell’ordine dei milli- o microgrammi.

I macronutrienti rivestono soprattutto funzione energetica e plastica: i carboidrati rappresentano la principale fonte di energia per il nostro corpo, basti pensare che il cervello necessita di circa 100 g di zucchero al giorno; i grassi hanno invece funzione strutturale e sono la principale riserva energetica del corpo, oltre ad essere precursori di importantissimi ormoni e della vitamina D; le proteine svolgono soprattutto una funzione plastica, cioè di costruzione e riparazione di organi e tessuti.

Tutti i macronutrienti forniscono energia: carboidrati e proteine apportano circa 4 kcal per grammo, mentre i grassi circa 9 kcal/g.

Discorso a parte vale per le fibre: esse sono polisaccaridi (ovvero carboidrati costituiti da più unità di zuccheri semplici) come l’amido contenuto ad esempio nel pane e nella pasta, ma hanno la peculiarità di non essere digerite dall’intestino umano. Non sono dunque indispensabili a scopo energetico, ma per regolare la funzione intestinale e l’assorbimento di altri nutrienti.

I micronutrienti invece non apportano calorie, ma svolgono funzioni regolatrici e protettive, per cui sono necessari per il normale funzionamento dell’organismo. Le vitamine regolano tutti i processi organici, come visione, mineralizzazione ossea, coagulazione del sangue, utilizzazione dei nutrienti, riproduzione cellulare e molti altri ancora. Anche i sali minerali partecipano alla regolazione delle reazioni biochimiche, degli scambi cellulari, dell’eccitabilità nervosa muscolare: il magnesio ad esempio è coinvolto nella contrazione muscolare, il ferro è il costituente principale dell’emoglobina, il fosforo concorre a mantenere il giusto equilibrio acido-base nell’organismo, oltre a favorire il corretto sviluppo di ossa e denti insieme al calcio.

In genere un’alimentazione varia ed equilibrata, che preveda cioè il consumo di tutte le categorie alimentari, dai cereali a carne, pesce, uova, latte, legumi, frutta, verdura e grassi da condimento, permette di soddisfare i bisogni di tutti i nutrienti e nelle proporzioni adeguate.

 

 

Photo Credits: Atleticofitcenter

Share on Facebook11Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Giulia Pieri

Giulia Pieri

Sono Giulia Pieri, dietista per professione e buongustaia per vocazione: da brava romagnola DOC qual sono adoro il cibo in tutte le sue forme (soprattutto se cucinato da qualcun altro, vista la mia irreparabile goffaggine ai fornelli). Cosa mi piace del mio lavoro? Trovo affascinante che un gesto così semplice ed innato come il bisogno di nutrirsi nasconda una straordinaria complessità di intrecci biologici, psicologici e sociali: il cibo è molto più di una contingenza organica, è un potente evocatore di ricordi, legami affettivi e tradizioni, uno scrigno di significati simbolici ancestrali. Solo una visione a tutto tondo del delicato rapporto uomo-cibo, sostenuta dalla voglia instancabile di esplorare e dalla capacità di rinnovare lo stupore di fronte alle continue scoperte, può garantire il raggiungimento del benessere. Oltre alla dietista, c’è una persona che ama i temporali estivi e i libri di carta, un’appassionata di bische clandestine di giochi di società e un’ascoltatrice ossessiva compulsiva dei Muse. Il profumo di una torta casereccia che aleggia per casa e il calore del mio adorato cane accoccolato ai miei piedi sono per me la cornice della felicità.