Chiedi a Edo: Saltare i pasti fa dimagrire?

Chiedi a Edo: Saltare i pasti fa dimagrire?

… La vita frenetica che conduco mi porta molto spesso a non avere tempo per sedermi davanti ad un tavolo e consumare il mio pranzo in tranquillità. Quando non salto il pasto, mi limito ad uno spuntino veloce nel bar accanto l’ufficio. Nell’ultimo periodo ho notato che, pur avendo limitato il numero dei miei pasti, il mio peso è aumentato: colpa dello stress causato dalla mia vita lavorativa frenetica? O la ragione è da ricercarsi altrove?

 
Risponde Giulia, dietista di Edo
 
Saltare i pasti è un’abitudine alimentare molto scorretta che non favorisce la perdita di peso. Anzi, può risultare addirittura deleteria! Come mai? Cerchiamo insieme di capire il perché..
 

Saltare i pasti fa dimagrire?

 

In primis, saltare i pasti rischia di farci “spizzicare” nell’arco della giornata una quantità considerevole di snack dolci e salati: apparirà strano, ma anche se ci sembra di introdurre delle piccole quantità (ad esempio: un biscotto, un cioccolatino, un pezzettino di formaggio, ecc) mangiucchiare poco e spesso non ci consente di quantificare i reali apporti di cibo (e di conseguenza le calorie ingerite) e, cosa molto importante, non permette al nostro organismo di percepire le fisiologiche sensazioni di fame e sazietà.

 
A tale proposito è interessante notare come un pasto completo (in cui cioè sono presenti sia carboidrati, forniti da cereali o derivati come pasta e pane, sia proteine, grassi e fibre) consumato in tranquillità, consente al nostro corpo di produrre una serie di ormoni che “comunicano” al cervello che stiamo mangiando: questo messaggio farà sì che possiamo percepire sazietà e soddisfazione fino al pasto successivo.
 

saltare i pastiSaltare i pasti non ci consente di quantificare i reali apporti di cibo: fa dimagrire quindi? Non proprio!

 
Dunque l’arco di tempo che ci concediamo per pranzare non è un fattore da trascurare: masticare velocemente e ingurgitare il cibo non favorisce questo scambio di informazioni tra intestino e cervello, oltre al fatto che rende estremamente difficoltosa la digestione: sono necessari circa 15-20 minuti per consumare un pasto, un lasso di tempo che non è impossibile ricavarci, anche sul luogo del lavoro – basta volerlo!
 
Un altro aspetto da non sottovalutare è rappresentato dal fatto che, saltando un pasto, si rischia di eccedere nel consumo di cibo al pasto successivo: se non abbiamo pranzato, ci sentiamo in qualche modo “giustificati” a poter introdurre delle quantità superiori di vivande, e la conseguenza molto probabile è di esagerare nelle porzioni o concederci cibi extra.
 
Last but not least: saltare i pasti e digiunare per molte ore al giorno riduce il cosiddetto metabolismo basale, ovvero la quantità di calorie consumate a riposo per sostenere l’attività degli organi.
Ciò potrebbe sembrare strano, ma se ci pensiamo bene è logico e razionale che sia così: se non introduciamo cibo (e quindi energia per far funzionare l’organismo), il nostro corpo cercherà di adattarsi alla restrizione e di risparmiare il più possibile. Più il metabolismo basale è basso, più è facile che le calorie fornite con la dieta risultino in eccesso e vengano accumulate, con il risultato di far salire l’ago della bilancia.
E’ stato infatti scientificamente dimostrato che frazionare i pasti in tre principali (colazione, pranzo e cena) e due piccoli spuntini riduce il rischio di eccesso di peso!
 
 
Hai anche tu una curiosità che vorresti soddisfare? Scrivici a chiediaedo@edoapp.it, la nostra Dietista risponderà alle tue domande!

 

PhotoCredits: Metodo3Emme ; Dimagrire Mangiando Bene ;

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Email this to someone

Commenti

commenti

Enza Gargiulo

Enza Gargiulo

Sono Maria Vincenza, per gli amici Enza, laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari. Allergica a tutto (o quasi) quello che madre natura ha creato, amo molto stare in cucina e provare e riprovare tutte le ricette che mi vengono in mente. Inguaribile ottimista, cerco di prendere sempre il buono da ogni situazione e di restare allegra il più possibile nel corso delle giornate. E se la sera mi sento stanca, una buona compagnia e un bel bicchiere di vino mi rimettono in forze e sono sempre pronta a far festa!