frutta Posts

Marmellate e confetture: conosci le differenze?

Marmellate e confetture: conosci le differenze?

Marmellate e confetture fanno parte da tempo immemore del nostro patrimonio gastronomico: ben si accompagnano a formaggi e arditi piatti salati, ma il loro uso di eccellenza è riservato alle dolci prelibatezze della nostra cultura – e su questo non si discute, è universalmente riconosciuto che la marmellata migliore per una crostata di tutto rispetto è quella di albicocca, mentre al mattino ogni frutto è concesso e i palati più temerari non potranno che addentare con gusto croccanti fette biscottate spalmate di confetture audaci, dal limone al pompelmo.

L’esperto risponde: dieta iperproteica e dimagrimento

L’esperto risponde: dieta iperproteica e dimagrimento

Spesso ci si preoccupa molto di recuperare in fretta la linea perduta, trascurando il benessere del nostro corpo: di diete dimagranti “facili e veloci” se ne sono viste tante, tutte accomunate dall’essere fortemente sbilanciate.

Cibi che … naturalmente non contengono glutine

Cibi che … naturalmente non contengono glutine

Il glutine è un complesso proteico che si sviluppa all’interno degli impasti in presenza di acqua e di una forza meccanica (esattamente come quella che serve per creare l’impasto stesso).

L’esperto risponde: cosa sarebbe bene mangiare a colazione?

L’esperto risponde: cosa sarebbe bene mangiare a colazione?

La colazione rappresenta uno dei pasti principali della giornata e dovrebbe assicurarci una buona dose di energia, circa il 20% delle calorie giornaliere. Per fare un esempio, un uomo adulto che consumi in media 2500 kcal, dovrebbe ricavare dal primo pasto mattutino ben 500 kcal: altro che caffè al volo, sarebbe bene ritagliarsi uno spazio adeguato a soddisfare il nostro palato e le richieste nutrizionali del nostro corpo.

L’esperto risponde: esistono alimenti che aiutano il metabolismo?

L’esperto risponde: esistono alimenti che aiutano il metabolismo?

Molto spesso si punta il dito contro il famigerato “metabolismo lento” e si cerca disperatamente un modo semplice ed immediato per porre rimedio a questa gravosa situazione. A malincuore bisogna ammettere che non esistono in natura sostanze “brucia grassi” o singoli alimenti capaci di per sé di accelerare magicamente il consumo di energia, a dispetto del fatto che, ciclicamente, un nuovo alimento salga sul palcoscenico a sostenere il ruolo di “dimagrante” o “induttore della termogenesi”, dal caffè verde al pompelmo.