raffinazione Posts

Chi ha paura dell’olio di palma?

Chi ha paura dell’olio di palma?

L’olio di palma è ormai da anni oggetto di una campagna diffamatoria – esacerbatasi moltissimo di recente – che da un lato genera allarmismo tra i consumatori e dall’altro spinge l’industria alimentare alla ricerca di sostituti dalle proprietà analoghe che possano essere inseriti con successo nella formulazione dei prodotti, molti dei quali sono stati consumati con piacere per molto tempo prima che l’olio di palma venisse demonizzato.

L’esperto risponde: lo zucchero di canna è meglio di quello bianco?

L’esperto risponde: lo zucchero di canna è meglio di quello bianco?

Chissà per quale motivo la spietata caccia alle streghe nell’età dell’inquisizione nutrizionale condanna lo zucchero bianco al rogo, mentre risparmia – con un atto di inaudita misericordia – quello di canna (ovviamente nella forma grezza o integrale).

L’esperto risponde: meglio burro o margarina?

L’esperto risponde: meglio burro o margarina?

Il “libro nero” della nutrizione, nell’avvicendarsi di studi e ricerche su alimenti e loro componenti, subisce continue revisioni: nell’edizione di qualche decennio fa avremmo potuto leggere che la margarina, per la mancanza di colesterolo, era molto meglio del burro; più tardi, invece, il capitolo dedicato ai grassi ritrattò l’accusa, scusandosi per l’oltraggio inflitto al burro.

Viaggio nel mondo del cioccolato

Viaggio nel mondo del cioccolato

“Il cioccolato è la materia prima più bella del mondo. Mai freddo, sempre caldo, è come se ci fosse dentro un’anima”. Così Ernst Knam, pasticcere di fama mondiale e re del cioccolato in televisione, descrive la sovrana delle golosità, dalla consistenza cremosa, dal sapore avvolgente e dal piacere rassicurante, capace di creare un’alchimia che solletica non solo il palato, ma anche la sfera emotiva e a cui pochi – per non dire nessuno – sanno resistere.

La farina integrale, fonte di benessere

La farina integrale, fonte di benessere

Il pane che consumiamo oggi è molto distante da quello dei nostri avi. Con la pratica della raffinazione, introdotta alla fine del XIX secolo grazie alla diffusione dei nuovi mulini, la farina integrale ha lasciato gradualmente il posto alla farina raffinata e nel corso del tempo il pane bianco ha monopolizzato le tavole, subentrando al tradizionale pane nero della cucina contadina.