Bacche di gelso bianco: frutto della salute

Bacche di gelso bianco: frutto della salute

Il nostro viaggio alla scoperta degli alimenti nutraceutici, capaci quindi di svolgere una funzione benefica per il nostro organismo, continua: dopo avervi parlato delle bacche di Goji e più in generale delle spezie, vogliamo presentarvi le bacche di gelso bianco, frutti dell’omonima pianta.
 

Scopriamo insieme cosa sono e quale effetto hanno sulla nostra salute!


 
Bacche di gelso bianco: cosa sono?

 
bacche di gelso bianco


 
Le bacche di gelso sono il frutto dell’omonima pianta, appartenente alla famiglia delle Moracee (come l’albero del pane o il fico). È originaria dell’area Medio Orientale e si narra fu introdotta nel territorio nazionale dal Re normanno Ruggiero II, attorno al 1130. Almeno in fase iniziale, la sua coltivazione era strettamente legata alla bachicoltura, che utilizzava le sue foglie per garantire il nutrimento ai bachi da seta.
 
Il gelso bianco è una pianta estremamente longeva (può vivere fino a quattro secoli), ed il suo fusto può raggiungere i 20 metri. Oltre a quello bianco, l’altra specie rinvenibile in Italia (e nel resto del territorio europeo) è quello nero (morus nigra).
 

Le proprietà benefiche

 
I frutti di questa pianta sono ricchi in proteine, vitamina A, B e C: presentano, inoltre, un buon contenuto di ferro (circa 185 mg per 100g di prodotto) ed una ridotta quantità di calorie (43 circa per 100 grammi).
 
Alcuni studi ci dicono che, avendo spiccate proprietà antibatteriche, è possibile utilizzare queste bacche per combattere persino le carie dentali. Risulterebbero essere utili, inoltre, anche per la prevenzione di patologie a carico del sistema cardiovascolare e nella cura dell’insonnia: 100/150g di bacche fresche, infatti aiuterebbero a prendere sonno senza dover ricorrere a medicinali. La presenza di resveratrolo, sostanza antiossidante, svolgerebbe una azione antitumorale e fluidificante, in grado di prevenire la formazione di placche che potrebbero essere causa di trombosi. Ma le proprietà benefiche di questi frutti non si fermano qui: avrebbero infatti caratteristiche ipoglicemizzanti, lassative, tenifughe, analgesiche, purificanti, vaso protettrici, diuretiche ed antinfiammatorie.
 
Del gelso bianco non è utilizzato soltanto il frutto: le foglie, ad esempio, messe in infusione hanno proprietà duretiche mentre la corteccia viene impiegata nella realizzazione di decotti, ottimi per combattere la stitichezza.
 

bacche di gelso biancoNella foto: particolare di ramo di gelso bianco e delle sue bacche.

 

Come utilizzarle in cucina?

 
In cucina, le bacche di gelso vengono utilizzate per preparare confetture, gelati o creme: fresche o disidratate, invece, da aggiungere allo yogurt o ai cereali. Acquistarle è semplice: ti basterà recarti in supermercati BIO o in farmacia.
 
Arriviamo ora in cucina: ecco come noi di Edo amiamo prepararle. Dopotutto, con il caldo estivo, la granita è un vero e proprio must (facciamo comunque attenzione allo zucchero..!).
 

Granita di Bacche di Gelso Bianco

 
Ingredienti (per circa 4 vasetti)
 
1 kg di more di gelso bianche
250 grammi di zucchero di canna (dipende quanto la volete dolce)
1 limone
 
Procedimento
 
Lavate delicatamente i gelsi, lasciateli asciugare e passateli nel passaverdure. Dopo aver spremuto il limone, filtratene il succo ed unitelo alla polpa di bacche di gelso. Versate poi mezzo litro di acqua in una pentola capiente, aggiungete zucchero e portate a bollore mantenendo bassa la fiamma. Dopo aver fatto raffreddare la soluzione ottenuta, aggiungetela alla polpa di bacche. Amalgamate bene, versate in un contenitore largo e basso, e lasciate riposare in congelatore per un’ora. Per evitare la cristallizzazione della nostra granita, prelevatela dal freezer e mescolatela per poi riporla nuovamente. Ripetete questa operazione almeno altre due volte.
Lasciate a temperatura ambiente la granita per almeno 10 minuti e poi portatela in tavola!

 

PhotoCredits: Macrolibrarsi ; FruttaeBacche ; Wikipedia

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someoneShare on LinkedInShare on TumblrShare on Google+Print this pageShare on Reddit

Commenti

commenti

Giulia Baccigotti

Mi chiamo Giulia Baccigotti, ho 23 anni e vengo da un paesino vicino Bologna. Laureata nel 2013 in "Economia del Turismo" e, avendo una passione per tutto ciò che è inerente alla Comunicazione ed al Marketing, mi sono iscritta alla Laurea Magistrale COMPASS (Scienze della Comunicazione Pubblica E Sociale). Ho svariate passioni che cerco di coltivare quotidianamente per non annoiarmi mai: sport, cucina naturale, viaggi, Social Network. E' complicato riuscire a stare dietro a tutto, ma con un pizzico di buona volontà e di mentalità aperta si può riuscire a fare qualsiasi cosa. Cosa mi aspetta dietro l'angolo? spero di scoprirlo presto!