Cibi che…  aiutano a ridurre il colesterolo

Cibi che… aiutano a ridurre il colesterolo

Il colesterolo ha un duplice volto: il colesterolo buono – conosciuto come HDL – aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari, mentre quello cattivo – noto come LDL – si comporta da bastian contrario, aumentando il rischio di incappare in gravi disordini.

Purtroppo per noi, non è comunque detto che un’abbondanza di colesterolo HDL nelle arterie sia sempre da accogliere con benevolenza: in alcuni casi il bravo ragazzo HDL si ribella al suo dovere, divenendo disfunzionale e andando così a spalleggiare l’opera criminosa della fazione LDL.

Per questo è fondamentale intercettare e intervenire su ogni eccesso di colesterolo: per una persona adulta la quantità totale di colesterolo nel sangue dovrebbe mantenersi al di sotto della soglia di 200 mg/dL e la schiera LDL dovrebbe essere presente in quantità inferiori a 130 mg/dL.

È indispensabile, dunque, limitare l’assunzione di colesterolo tramite gli alimenti, che non dovrebbero fornire più di 300 mg al giorno di questa molecola. Infatti, dobbiamo sapere che il nostro corpo è in grado di produrre in autonomia la maggior parte del colesterolo di cui ha bisogno per mantenere integrità e stabilità delle membrane cellulari e per produrre altre sostanze utili.

E se abbiamo esagerato? Possiamo ritornare ad una situazione sicura? Fermo restando che la riduzione del colesterolo nel sangue è il risultato di una serie di azioni mirate che coinvolgono più aspetti dello stile di vita, ci sono alcuni cibi che possono aiutare a tenere sotto controllo la quantità di colesterolo circolante. Vediamo insieme quali sono.

 

 

Avena: scrigno di fibre solubili e betaglucani. Questi, assorbendo acqua, riescono a formare una sorta di massa gelatinosa che impedisce l’assorbimento intestinale di colesterolo.

 

L'avena con i suoi betaglucani può essere un validissimo aiuto alla lotta contro il colesterolo in eccesso L’avena con i suoi betaglucani può essere un validissimo aiuto alla lotta contro il colesterolo in eccesso

 

Salmone fresco: l’elevato contenuto di Omega 3, acidi grassi polinsaturi essenziali, aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari. In particolare gli omega 3 sono utili per controllare la quantità di trigliceridi nel sangue, ma possono migliorare anche il profilo del colesterolo, scoraggiando un aumento di quello cattivo.

 

Aglio: oltre alle sue capacità antibatteriche e di regolazione della pressione sanguigna, sembra che questo alimento sia in grado di mantenere l’elasticità dei vasi sanguigni, rendendoli maggiormente resistente alle placche di colesterolo.

 

Olio extravergine di oliva: il re della dieta mediterranea, è il grasso che dovremmo prediligere in assoluto nella nostra cucina. La sua caratteristica distintiva è l’elevato contenuto di acidi grassi mono-insaturi, abili mediatori  capaci di prevenire un rialzo del colesterolo LDL.

 

I mirtilli sono una vera e propria miniera di antiossidanti, amici di cuore e vasi sanguigniI mirtilli sono una vera e propria miniera di antiossidanti, amici di cuore e vasi sanguigni

 

Mirtilli: il loro elevatissimo potere antiossidante fa tremare i radicali liberi, responsabili dell’ossidazione dei grassi e delle molecole di colesterolo (fenomeno alla base della cosiddetta aterosclerosi). Sono davvero un ottimo aiuto per la protezione dalle malattie cardiovascolari.

 

Frutta secca: in particolare noci e mandorle sono ricche di fitosteroli. Queste sostanze, anche definite steroli vegetali, sono in grado di competere con il colesterolo per agganciarsi ai siti di assorbimento nell’intestino. Quando un fitosterolo si lega al trasportatore intestinale, lo tiene occupato e impedisce così al colesterolo di essere assorbito.

 

 

Photo Credits: CreativemarketInformasole

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someoneShare on LinkedInShare on TumblrShare on Google+Print this pageShare on Reddit

Commenti

commenti

Enza Gargiulo

Enza Gargiulo

Sono Maria Vincenza, per gli amici Enza, laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari. Allergica a tutto (o quasi) quello che madre natura ha creato, amo molto stare in cucina e provare e riprovare tutte le ricette che mi vengono in mente. Inguaribile ottimista, cerco di prendere sempre il buono da ogni situazione e di restare allegra il più possibile nel corso delle giornate. E se la sera mi sento stanca, una buona compagnia e un bel bicchiere di vino mi rimettono in forze e sono sempre pronta a far festa!