L'esperto risponde: si possono sostituire gli integratori per sportivi con preparati casalinghi?

L'esperto risponde: si possono sostituire gli integratori per sportivi con preparati casalinghi?

L’adozione di abitudini alimentari corrette che rispecchino i principi della cosiddetta “dieta mediterranea”, i cui effetti protettivi e benefici sono da tempo noti e oggetto di studi, è normalmente sufficiente per garantire l’introduzione di una quantità adeguata di energia e nutrienti anche nel soggetto che pratica sport, a prescindere dal tipo di disciplina sportiva e dall’intensità della prestazione atletica.

Molti integratori utilizzati in ambito sportivo sono in realtà sostanze contenute normalmente negli alimenti, come carboidrati, proteine, aminoacidi, aminoacidi ramificati, creatina, L-carnitina, lipidi, vitamine, minerali, caffeina: la differenza principale rispetto agli apporti ottenuti attraverso gli alimenti di consumo comune consiste soprattutto nei dosaggi, dal momento che negli integratori tali sostanze sono presenti in grande quantità, sulla cui eticità e innocuità a lungo termine esistono pareri discordanti.

 

Integrazione nell'attività sportiva

Per integrare il surplus energetico e le perdite idrosaline dovute all’attività sportiva è davvero necessario rivolgersi ad integratori?

 

Infatti, salvo rari e ben selezionati casi in cui sussista una reale necessità di correggere squilibri nutrizionali, il ricorso all’uso di integratori è del tutto ingiustificato e non scevro da potenziali rischi per la salute.

Inoltre, i lavori scientifici in grado di provare il reale effetto positivo sulla prestazione sportiva derivante dall’uso di alcuni nutrienti, anche a dosi elevate, sono ancora troppo poco numerosi o poco attendibili per poterne ricavare delle evidenze valide, razionali e sicure per l’uomo.

Dal momento che l’attività fisica si caratterizza soprattutto per un aumento del consumo calorico e del fabbisogno di acqua e sali minerali, tra i prodotti più utilizzati vi sono quelli finalizzati all’integrazione energetica (a base di carboidrati semplici) ed al reintegro delle perdite idrosaline causate dalla sudorazione; tuttavia, tali integrazioni possono essere facilmente ottenute consumando cibi comuni, che al gusto altrettanto gradevole associano costi notevolmente più contenuti, senza l’aggiunta di inutili coloranti o edulcoranti.

Ad esempio, una bevanda glucidico-minerale adatta a reintegrare le perdite che si verificano con l’attività sportiva, si può ottenere tramite un preparato casalingo con acqua (ad esempio 750 ml), succo di frutta o spremuta di frutta (ad esempio 250 ml) e sale da cucina (circa 1 g, o al massimo 2 g).

Anche le maltodestrine, carboidrati complessi a rapido assorbimento che si possono trovare in commercio come polveri, possono essere eventualmente utilizzate per migliorare le caratteristiche delle bevande di produzione domestica.

Infine, è giusto sottolineare che un programma di allenamento individualizzato e ben studiato, che rispetti i tempi naturali di recupero dell’organismo, e l’adozione di abitudini alimentari corrette siano gli unici insostituibili fattori in grado di migliorare realmente le capacità atletiche.

 

Photo Credits: Nonsprecare

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someoneShare on LinkedInShare on TumblrShare on Google+Print this pageShare on Reddit

Commenti

commenti

Giulia Pieri

Giulia Pieri

Dietista per professione e buongustaia per vocazione, da brava romagnola DOC qual sono adoro il cibo in tutte le sue forme (soprattutto se cucinato da qualcun altro, vista la mia irreparabile goffaggine ai fornelli). Cosa mi piace del mio lavoro? Trovo affascinante la straordinaria complessità di intrecci biologici, psicologici e culturali alla base di un gesto apparentemente tanto semplice come il nutrirsi: il cibo è molto più di un bisogno organico, è un potente evocatore di ricordi, legami affettivi e tradizioni. Solo una visione a tutto tondo del delicato rapporto uomo-cibo, sostenuta dalla voglia instancabile di esplorare e dalla capacità di rinnovare lo stupore di fronte alle scoperte, può garantire il raggiungimento del benessere. Oltre alla dietista, c'è una persona che ama i temporali estivi e i libri di carta, un'appassionata di bische clandestine di giochi di società e un'ascoltatrice ossessiva compulsiva di musica rock (ma che non esita un attimo a sciogliersi alle dolci note di un pianoforte). Il profumo di una torta che aleggia per casa e il calore del mio adorato cane accoccolato ai miei piedi sono per me la cornice della felicità.