Origano: buono in tutti i sensi!

Origano: buono in tutti i sensi!

L’origano, Origanum il suo nome botanico, è una delle piante aromatiche più note ed amate dai cultori dell’arte culinaria mediterranea: è il condimento che regala alla pizza il suo caratteristico aroma invitante ed aggiunge una nota di freschezza ai piatti di pesce,ai secondi di carne ed a sfiziose insalate. Senza origano, la caprese non sarebbe più la stessa, ma anche la bistecca in pizzaiola o il pesce in salmoriglio perderebbero la loro essenza.

Il suo impiego è diffuso tradizionalmente nelle regione del Sud Italia, ma questa erba aromatica ha saputo ammaliare anche i palati nordici, guadagnandosi certamente un posto d’onore tra tutti i condimenti presenti nelle cucine degli italiani.

L’origano è una pianta erbacea della famiglia delle Lamiaceae: tra le numerose specie, le due più conosciute ed utilizzate in cucina sono l’Origanum vulgare, l’origano comune che tutti conosciamo, e l’Origanum majorana, noto semplicemente come maggiorana. Le due piante sono piuttosto simili nell’aspetto, tuttavia il gusto e l’aroma sono decisamente diversi.

 

Foglie di origano

L’origano è un’erba aromatica molto apprezzata e tipica della cucina mediterranea

 

La pianta si presenta come un cespuglio erbaceo perenne: cresce spontaneamente in terreni aridi ed in aree molto assolate fino a 2000 metri di altezza, dove rallegra il paesaggio con i suoi fiori dal rosa acceso. Non a caso il suo nome, dal greco Origanos, significa “bellezza di montagna”.

Le sommità fiorite dell’origano si raccolgono tra giugno ed agosto, prima dell’apertura dei fiori: le sommità recise vengono raccolte in mazzetti, poi essiccati in un luogo asciutto e ben areato dove sono appesi a testa in giù. Una volta essiccati, vengono recuperatile foglie ed i fiori, che saranno poi sbriciolati e conservati in vasetti di vetro ben chiusi.

 

Proprietà benefiche dell’origano

 

Oggi l’origano viene coltivato non solo per le sue qualità organolettiche, ma anche per le sue proprietà terapeutiche, già note agli antichi. Le virtù dell’origano derivano soprattutto dal suo contenuto in fenoli. Tra questi troviamo il timolo, noto antisettico, antispasmodico e vermifugo, ed il carvacrolo, uno dei principali componenti dell’olio essenziale di origano ad attività antibatterica.

L’origano viene utilizzato, nella medicina naturale, come analgesico, ad esempio per chi soffre di mal di denti o dolori reumatici, antisettico, soprattutto per le infezioni respiratorie, spasmolitico ed espettorante; inoltre, gli infusi a base di origano facilitano la digestione. In erboristeria si può trovare pronto in bustine per la preparazione di tisane digestive, oppure per preparare suffumigi espettoranti.

In questa preziosa erba aromatica possiamo rintracciare anche un buon contenuto di sali minerali, come calcio, ferro, magnesio, sodio, zinco, potassio e vitamine, soprattutto tiamina e vitamina A.

 

L’origano in cucina

 

L’origano è una delle erbe aromatiche più apprezzate, per il caratteristico ed intenso aroma che è in grado di assicurare alle ricette, anche le più semplici.

Oltre che per la pizza, dove “la spolverata” di origano non può davvero mancare, è molto adatto per insaporire insalate estive e ricette a base di pesce, ad esempio sogliola, orata, nasello, salmone o pesce spada: tutti pesci il cui sapore viene esaltato quando serviti con questa erba aromatica.

 

Il sapore del pesce viene esaltato dall'origanoIl gusto delicato del pesce viene esaltato quando nella ricetta è presente anche l’origano

 

Oggi proponiamo una ricetta davvero facile e veloce, ma allo stesso tempo estremamente gustosa, con cui potrete allettare i vostri ospiti a cena: nasello in padella all’origano.

 

Ingredienti per 4 persone

4 filetti di nasello del peso di 100 g ognuno
200 g di pomodorini maturi
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
origano
Mettete, in una padella capiente, un cucchiaio di olio con l’aglio e fate appassire. Aggiungete quindi i pomodorini tagliati a metà e fateli insaporire, mescolando, per qualche minuto. Unite a questo punto l’origano e dopo qualche minuto aggiungete i filetti di nasello e lasciateli cuocere per circa 10 minuti.

Servite il piatto caldo, accompagnandolo con una porzione di pane integrale ed un abbondante contorno di verdure fresche di stagione. In questo modo porterete in tavola tutti i nutrienti necessari per ottenere un pasto equilibrato. Non resta che augurarvi buon appetito!

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someoneShare on LinkedInShare on TumblrShare on Google+Print this pageShare on Reddit

Commenti

commenti

Francesca Antonucci

Francesca Antonucci

Farmacista e consulente nutrizionale appassionata di ricette, ingredienti e di Dieta Mediterranea, secondo il suo reale significato. Leggo e scrivo di cucina e nutrizione prima di tutto per passione per la salute e la prevenzione. Ed è proprio dalla passione che è nato Mistofrigo