Pranzo: sai cosa mangi?

Pranzo: sai cosa mangi?

Nonostante la vita frenetica imposta dal mondo moderno renda a volte estremamente difficile consumare il pranzo in un ambiente tranquillo o in tempi adeguati, spesso obbligandoci a riempire lo stomaco con qualcosa di veloce e pratico (due caratteristiche che sovente si associano ad un cibo molto calorico e dallo scarso valore nutritivo) non dobbiamo dimenticare che il pranzo è uno dei pasti principali e più importanti della giornata: un buon pranzo, nutriente e allo stesso tempo facilmente digeribile, ci consente di ritrovare la giusta ricarica per affrontare l’altra metà della giornata nel modo più proficuo ed efficiente possibile.

 

Ogni volta che possiamo non dovremmo privarci del gusto di cucinare un piatto molto semplice, ma altrettanto buono e salutare, così radicato nella nostra tradizione tanto da evocatore di per sé l’idea di “italianità”: la pasta al pomodoro.

 

Pasta integrale al sugo di pomodoro

 

Il mondo della pasta è tutto da scoprire: esistono molteplici formati, lunghi o corti, grandi o piccoli, ciascuno dei quali meglio si sposa con un particolare condimento. Per il nostro pranzo di oggi scegliamo un formato carissimo agli italiani e famoso in tutto il mondo: gli spaghetti! E quale sugo dovremmo prediligere se non una semplice e profumata passata di pomodoro e basilico?

E mentre attendiamo che l’acqua bolla in pentola, prepariamo ciò che occorre alla realizzazione del nostro piatto.

Sfogliando la sezione “pasta secca” nel database di Edo possiamo trovare gli “Spaghetti Integrali Biologici 100% Farro Italiano Alce Nero“, che dall’alto del loro punteggio 7.8 (*) si fregiano di un unico ingrediente nella loro lista riportata sulla confezione:

 

Sfarinato integrale di farro biologico.

 

Poiché sappiamo che i cereali dovrebbero rappresentare la nostra principale fonte di energia, consumare un piatto di pasta è una soluzione ideale per un pranzo energetico e saziante. 80 grammi di spaghetti (porzione raccomandata) apportano circa il 14% del fabbisogno calorico giornaliero di un adulto e coprono ben il 20% della quota raccomandata di carboidrati.

 

Spaghetti integrali di farro

 

Inoltre, la buona notizia è che possiamo assicurarci, con il consumo di questa pasta integrale, il 16% delle fibre di cui abbiamo bisogno ogni giorno. Niente male, vero?

Ora che abbiamo buttato giù la pasta, non ci resta che dedicarci al condimento.

Su Edo puoi trovare il “Sugo al Pomodoro con Basilico Italiamo“, dal punteggio 7.8 (*) che sfiora le vette della classifica.

 

Sugo al pomodoro e basilico

 

Esso contiene:

 

51.2% pomodori, 47% passata di pomodoro, 0.6% basilico, zucchero, sale da cucina, cipolla.

 

Il pomodoro la fa da padrone e, per insaporire il tutto, troviamo sale, cipolla e l’immancabile basilico. C’è anche un pizzico di zucchero che, come sanno tante nonne e donne di casa, toglie un po’ di acidità.

Il vantaggio di questo sugo è che non contiene grassi, anche se fornisce un po’ di sodio, circa l’8% del fabbisogno giornaliero. Le calorie sono davvero poche, meno del 2% dell’energia raccomandata: anche chi è a dieta può concedersi un piatto di buona pasta, occorre soltanto stare attenti ai condimenti e certamente 100 g di sugo al pomodoro sono una scelta desiderabile.

Visto che la pasta è cotta al dente, scoliamo, condiamo e riepiloghiamo il nostro primo: ci fornisce il 22% della quantità di carboidrati di cui necessitiamo ogni giorno, un po’ di proteine, fibre e pochi grassi. Poiché l’apporto di grassi è davvero basso (circa il 2% della quota ideale), possiamo lasciarci andare alla tentazione di condire il piatto con un filo di olio extravergine di oliva (10 ml, circa un cucchiaio) e di aggiungere una spolveratina di formaggio grattugiato, ad esempio il “Parmigiano Reggiano Grattugiato Parmareggio“.

 

Formaggio, tipo Parmigiano, grattugiato

 

Gli ingredienti che contiene questo prodotto da 6.8 (*) sono solo:

 

Latte, sale, caglio.

 

Il primo così ultimato ci fornisce un po’ di proteine animali, il 22% dei grassi giornalieri (di cui oltre la metà sono grassi vegetali positivi, come i monoinsaturi dell’olio di oliva extravergine), una buona quantità di carboidrati e di fibra, per un totale di 443,2 kcal, pari al 22% dell’introito energetico giornaliero.

E proprio perchè ci aspetta ancora un intero pomeriggio, il pranzo dovrebbe rappresentare il pasto più generoso della giornata: dovrebbe apportare infatti circa il 35-40% delle calorie totali.

Perciò, possiamo completare il tutto con un contorno di verdura ed una fettina di pane, meglio se integrale, e certamente frutta fresca di stagione.

Ora che ci siamo carichi, possiamo affrontare le ore pomeridiane con serenità, senza rischio di accusare pesantezza di stomaco o avvertire fame dopo poche ore. Un pranzo da podio, senza ombra di dubbio!

 

 

(*) punteggio calcolato sul fabbisogno di un uomo di 26 anni

Photo Credits: Gingerandtomato , Mangiarebuono , Thescrumptiouspumpkin

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someoneShare on LinkedInShare on TumblrShare on Google+Print this pageShare on Reddit

Commenti

commenti

edo_admin

edo_admin

Edo è la prima app che ti dice esattamente cosa stai mangiando e ti guida verso una scelta alimentare sana e consapevole!