alimenti nutraceutici Posts

Bacche di gelso bianco: frutto della salute

Bacche di gelso bianco: frutto della salute

Il nostro viaggio alla scoperta degli alimenti nutraceutici, capaci quindi di svolgere una funzione benefica per il nostro organismo, continua: dopo avervi parlato delle bacche di Goji e più in generale delle spezie, vogliamo presentarvi le bacche di gelso bianco, frutti dell’omonima pianta.
 

Scopriamo insieme cosa sono e quale effetto hanno sulla nostra salute!

Smart Food: quando le spezie proteggono la salute

Smart Food: quando le spezie proteggono la salute

E’ ormai dimostrato che una corretta alimentazione non si limita a fornire all’organismo le sostanze di cui ha bisogno per essere efficiente. In realtà, la nutrizione agisce ad un livello più profondo: le molecole di alcuni cibi possono infatti interagire con il DNA e grazie a questa interazione si può preservare la condizione di benessere e rallentare i processi dell’invecchiamento. Tali alimenti salutistici sono denominati “Nutraceutici” e sono noti al grande pubblico come “Smart Food”.
 
Tra i moltissimi alimenti “funzionali” che il mondo ci offre, un grande contributo è dato dalle spezie. Ne esistono moltissime varietà che si differenziano per colore, odore e sapore ma tutte hanno in comune la presenza di molteplici principi attivi che danno – appunto – una importante azione nutraceutica.
 
Scopriamone alcune e vediamo di quali non possiamo fare a meno!
 

Bacche di Goji, elisir di lunga vita

Bacche di Goji, elisir di lunga vita

Quando si parla di sana alimentazione, vengono spesso scoperti nuovi e particolari ingredienti da introdurre nella nostra dieta quotidiana, grazie alla loro azione nutraceutica.
Un esempio? Avete mai sentito parlare delle Bacche di Goji?
 
Questi frutti rossi sono sempre più presenti nelle riviste sul mangiare sano, e stanno spopolando anche nel mondo dello spettacolo, che li pubblicizza come segreto di longevità e bellezza: ma sapete cosa sono, quali benefici portano all’ organismo e come è possibile integrarli nella nostra dieta?