lievito madre Posts

L'esperto risponde: intolleranza al lievito di birra

L'esperto risponde: intolleranza al lievito di birra

Nell’era d’eccellenza delle allergie e delle intolleranze, non è sempre immediato discriminare la realtà – con dati scientifici che riportano una prevalenza di intolleranze ed allergie pari al 3-5% nella popolazione generale, dalla suggestione, con una percezione di soffrire di una qualche forma di avversione al cibo che coinvolge circa il 25% delle persone.

Lievito madre: come mantenerlo?

Lievito madre: come mantenerlo?

Abbiamo già parlato del lievito madre (qui), di quanto sia antico il suo utilizzo e di come, nell’ultimo periodo si stia assistendo ad un ritorno in voga di questo prodotto. Usare il lievito madre permette di ottenere impasti unici dalle caratteristiche aromatiche e di consistenza davvero particolari e difficilmente ottenibili con il classico lievito di birra.

Il lievito madre: perché preferirlo al lievito di birra

Il lievito madre: perché preferirlo al lievito di birra

Pasta madre, pasta acida, lievito naturale, criscito, lievito selvaggio…sono tutti sinonimi per indicare una miscela di acqua e farina che viene lasciata fermentare spontaneamente. Non essendoci l’aggiunta di microrganismi esterni, l’impasto che si forma fermenta grazie a batteri naturalmente presenti nella farina e nell’ambiente circostante.

Pane arabo con lievito madre: la ricetta "anti-spreco"

Pane arabo con lievito madre: la ricetta "anti-spreco"

Il pane è per definizione un alimento davvero semplice: si ottiene dalla cottura nel forno di un impasto di farina di grano e acqua, con l’aggiunta o meno di sale e lievito. Ma, nonostante la caratteristica semplicità nella sua composizione, rimane un nutrimento importante: è il mezzo di sostentamento e l’alimento principale più comune della tradizione italiana (e non solo).
L’abilità di produrre pane costituisce una conquista di civiltà: a partire dalla coltivazione dei cereali la preparazione comprende una vasta sequenza di procedimenti che si sono affinati e sviluppati nel tempo e le sue origini sono davvero antiche. Era già noto agli Egizi ed ampiamente lavorato anche da Greci e Romani.
 
Oltre ad essere un importante fonte di sostentamento, però, può rivelarsi un elemento vantaggioso nella lotta contro gli sprechi in cucina?