obesità infantile Posts

Obesità infantile: cos'è e come affrontarla?

Obesità infantile: cos'è e come affrontarla?

L’obesità infantile è l’effetto di diverse cause, più o meno evidenti, che interagiscono tra loro: una scorretta alimentazione, legata o meno ad una ridotta attività fisica, fattori di tipo genetico/familiare e fattori psicologico-emotivi. E’ proprio su questi ultimi che vorrei porre la mia attenzione quest’oggi.
 
Molti genitori chiedono come fare per evitare che il figlio mangi più del dovuto e che ingrassi a vista d’occhio, ma la sola cosa che sanno osservare, con passività e frustrazione, è: “sta tutto il giorno sul divano a guardare la tv e a mangiare schifezze”! In realtà il loro ruolo è fondamentale, soprattutto nel collegare la richiesta di cibo del bambino ad eventi o situazioni che possono avergli creato disagio, ma anche nel notare quali sono le loro emozioni mentre il bambino implora di voler mangiare.
 

L’angolo delle curiosità: alimentazione materna e obesità infantile

L’angolo delle curiosità: alimentazione materna e obesità infantile

Forse il fatto che i bambini paffutelli siano considerati sani è un retaggio atavico di cui l’uomo fatica a liberarsi: quando fame e poca disponibilità di cibo erano serie minacce per la sopravvivenza e la salute, soprattutto dei più piccoli, la “paffutaggine” era evidenza innegabile di floridezza e benessere. Peccato che oggi, però, ben 41 milioni di bambini nel mondo al di sotto dei 5 anni di età siano paradossalmente malnutriti a causa di un eccesso di cibo.

L'obesità infantile in Italia

L'obesità infantile in Italia

La malnutrizione infantile in Italia appare a molti un demone del passato, quando le famiglie non avevano abbastanza cibo a disposizione per nutrire i propri figli. In realtà, la malnutrizione è una situazione che persiste ancora oggi tra i bambini italiani: ovviamente essa non ha più le forme del sottopeso e delle pance vuote, ma dell’eccesso ponderale da malnutrizione per sovrabbondanza.